malattie cardiache e farmaci antipiastrinici

farmaci antiaggreganti piastrinici sono usati per trattare la malattia di cuore. Sono un gruppo di farmaci potenti che impediscono la formazione di coaguli di sangue. Quando si è ferito, piastrine arrivano sulla scena e di gruppo insieme, formando un coagulo di sangue che si ferma l’emorragia. Quando un infortunio comporta una rottura nella vostra pelle, questa è una buona cosa. Ma piastrine possono aggregare quando lesioni a un vaso sanguigno avviene dall’interno dall’interno, come può accadere in un’arteria affetti da aterosclerosi. In questa situazione, le piastrine causare coaguli di sangue per sviluppare in un’arteria già ferita. farmaci antiaggreganti può impedire questo processo accada.

Antipiastrinici possono essere prescritti per i pazienti con una storia di

Antipiastrinici sono utilizzati anche

Antipiastrinici sono pillole che sono di solito prese una o due volte al giorno. Essi non devono essere presi a stomaco vuoto.

Prima di questo farmaco è stato prescritto, informi il medico se si è allergici a aspirina, ibuprofene o naprossene.

Le persone con problemi di emorragie, ulcere, o coloro che hanno in programma di sottoporsi ad intervento chirurgico, compresa la chirurgia dentale, dovrebbero parlare con il proprio medico prima di assumere questi farmaci, in quanto possono causare sanguinamento eccessivo.

Non si deve interrompere l’assunzione del farmaco antiaggregante a meno consigliato dal medico.

Questi farmaci possono avere bisogno di essere preso per il resto della tua vita, a seconda della condizione. Potrebbe essere necessario sottoporsi a regolari esami del sangue per controllare il dosaggio del farmaco. Tenere tutti gli appuntamenti con il medico e il laboratorio in modo che la sua risposta al farmaco può essere controllato.

Durante l’assunzione di questi antipiastrinici, si rivolga al medico quali farmaci si può prendere per alleviare il dolore o il raffreddore minori. Leggere le etichette di altri antidolorifici e prodotti freddi per assicurarsi che essi siano privi di aspirina. I medicinali contenenti aspirina o farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) possono causare problemi di sanguinamento quando assunto con farmaci antiaggreganti piastrinici.

Prima di qualsiasi intervento chirurgico, procedura dentale o il trattamento di emergenza, il medico o il dentista che si sta assumendo il farmaco. Potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione per cinque a sette giorni prima di un intervento odontoiatrico o interventi chirurgici. Tuttavia, non interrompere il trattamento senza aver prima consultato il medico.

Usare cautela durante attività che richiedono attenzione (come la guida di un auto) fino a quando si sa come questo farmaco agisce su di lei.